Come le brochure possono far crescere la tua attività

Brochure personalizzate: come possono migliorare la percezione della tua attività

Una brochure o un depliant ben curato possono fare la differenza nel farti scegliere nel grande mare del mercato. Possono aiutare a far crescere la tua attività diventando un punto di riferimento nel mondo fisico. Scopriamo insieme perché!

donna con brochure

Il potere “tentacolare” della comunicazione visiva

La comunicazione visiva è da sempre un mezzo potente per trasmettere informazioni, persuadere, intrattenere ed emozionare. La sua portata è davvero “tentacolare”, nel senso che si estende in molte direzioni, influenzando molti aspetti della nostra vita quotidiana.

La comunicazione visiva è un punto fondamentale in ogni strategia di comunicazione. Si tratta di quella parte che cattura immediatamente l’attenzione e supporta la comunicazione verbale. Ma c’è molto di più.

La comunicazione visiva è un linguaggio universale ed efficace a livello globale, che supera le barriere linguistiche. Le immagini possono essere comprese da persone di diverse età, culture e lingue.

La parte visuale (grafica e fotografica) inoltre, ha un forte impatto emotivo. Suscita emozioni, sentimenti e reazioni più velocemente rispetto alla parte testuale.

Le tecnologie digitali hanno amplificato ulteriormente il potere “tentacolare” della comunicazione visiva, ampliandone la sua portata. 

Siti web, app, social e contenuti online dipendono molto dall’aspetto visivo: grafica, fotografia, video, interfaccia ed esperienza dell’utente.

Ma nel nostro mondo sempre più digitale, in cui si possono raggiungere persone nei modi e nei momenti più disparati, è anche altrettanto facile perderne l’attenzione.

Per questo, mantenere la comunicazione “tangibile” è di fondamentale importanza.

Questo perché la comunicazione nella nostra epoca deve essere davvero “multicanale”, sviluppandosi attraverso canali tradizionali come la stampa, coordinatamente ai canali digitali, arrivando così a diversi touch-point.

In questo articolo voglio focalizzarmi sulla comunicazione stampata, attraverso due strumenti di marketing efficaci e alla portata di ogni budget.

 

Sto parlando di depliant e brochure.

Materiali cartacei che offrono svariate possibilità di veicolare il proprio brand e il proprio messaggio, lasciando qualcosa di realmente tangibile.

Perchè la carta stampata ha sempre il suo fascino, il suo grande impatto e una certa presa su chi la riceve. Stampare la propria immagine coordinata, o i propri materiali marketing, conferisce autorevolezza, professionalità e cura. 

La carta stampata… rimane.

brochure 16 pagine di Corte Tosoni, resort per caniDepliant educazione e sport presso Corte Tosoni, resort per cani

Depliant vs. Brochure: Qual è la Differenza?

Spesso si tende a uniformarli, ma si tratta di due materiali diversi.

Depliant:

Il depliant è la soluzione più semplice, infatti è un foglio piegato, di solito in tre parti, che presenta informazioni su un prodotto, un servizio, un evento o un’azienda. È un formato ideale per fornire informazioni di base in modo diretto ai potenziali clienti. I depliant sono letteralmente dei materiali “da battaglia” e possono essere realizzati davvero con un budget anche limitato, per essere distribuiti a fiere ed eventi o lasciati in determinati punti vendita. 

Due mani porgono delle brochure aziendali a un'altra mano: le brochure mostrano il logo dell'azienda costituito da una serie di triangoli che formano due nastri, sui colori del giallo, azzurro e fucsia. La brochure è metà bianca e metà azzurra, con un design di forme geometriche appena percettibile nella parte azzurra.

Brochure aziendale bianca e azzurra: c'è una grande foto sullo sfondo di due mani su una scrivania che lavorano a un progetto con un leggero overlay arancio, che si sovrappone a un'immagine ancora più grande di disegni tecnici.

In queste immagini il depliant realizzato per l studio geometra di PRISMA: si tratta di un 3 ante, un foglio A4 piegato in 3 da cui si ricavano 6 facciate

Brochure:

La brochure invece è più estesa e dettagliata rispetto al depliant. Può essere formata da più pagine, piegate o rilegate insieme, che forniscono informazioni approfondite su un argomento specifico. Le brochure sono utilizzate a scopi pubblicitari, informativi e di marketing, per presentare prodotti o servizi più complessi. Come ad esempio per report e brevi guide informative, ma anche per materiali aziendali, per raccontarne la storia aumentando così la percezione e l’autorevolezza del brand.

Quando la brochure diventa ancora più strutturata e con un numero maggiore di pagine, abbiamo un CATALOGO, usato maggiormente a scopi commerciali e informativi.

Esempio di brochure per azienda che offre corsi di formazione professionali: sfondi blu scuro e verde chiaro alternati, timeline con icone e immagini e linee dritte che si incrociano a decorare. Lo stile è molto formale e professionale.

La brochure ITINERE BUSINESS è stata realizzata solo come formato digitale e-book sfogliabile e pdf

Tipi di brochure pieghevole

Una brochure pieghevole è un materiale di marketing che viene stampato su carta e poi piegato in modo da creare una serie di sezioni. Questa piegatura consente di organizzare e presentare informazioni in modo chiaro e ordinato, distribuendo le informazioni sulle diverse ante con un preciso percorso da far svolgere all’utente. 

Le brochure pieghevoli sono molto versatili e vengono utilizzate per promuovere ad esempio prodotti, servizi, eventi, luoghi turistici.

Possono includere testo, immagini, grafici, tabelle, icone, infografiche, mappe e altri elementi visivi per comunicare efficacemente il messaggio desiderato.

Pagine e piegature

Le brochure pieghevoli possono avere diverse forme di piegatura, ma le più comuni sono:

Brochure a tre ante: formata da un foglio con due pieghe che si apre per rivelare tre ante o pannelli. Può presentare le informazioni in modo graduale, con una copertina frontale, un pannello centrale principale e uno posteriore.

Brochure a quattro ante: ha due pieghe e quattro pannelli.Contiene una quantità maggiore di informazioni, potendo dividerle anche con una parte introduttiva e una interna più dettagliata.

Brochure a zigzag o a fisarmonica: questo tipo di brochure è piegato in modo da formare un modello a zigzag o a fisarmonica quando viene aperto, senza un numero preciso di ante. Ogni pannello può contenere informazioni diverse o seguire un flusso logico, ideale anche per future modifiche e ristampe, non avendo il vincolo del numero di pagine (o ante).

Brochure a due ante: con una sola piega che forma due pannelli. Ideale per brevi presentazioni, da arricchirle con nobilitazioni di stampa, magari anche su cartoncini più pregiati (questo a seconda del budget..).

La scelta del tipo di piegatura e il design della brochure dipendono dall’obiettivo di comunicazione e dal pubblico a cui sarà destinata. Una brochure ben progettata può catturare l’attenzione dei lettori e comunicare in modo efficace le informazioni desiderate, avendo anche lo scopo di essere conservata per successive consultazioni.

Brochure di azienda vinicola che si sviluppa su più ante, piegata a fisarmonica

Brochure di azienda vinicola che si sviluppa su più ante, piegata a fisarmonica

Brochure di azienda vinicola che si sviluppa su più ante, piegata a fisarmonica, sviluppo fronte e retro

Dettaglio di una brochure in cui vengono descritti dei vini: ogni vino ha un titolo di un colore diverso che richiamano la natura (azzurro cielo, verde prato, terra di Siena).

Dettaglio della brochure in cui vengono descritti dei vini: ogni vino ha un titolo di un colore diverso preso dal colore dell’etichetta

Perchè realizzare un depliant o una brochure?

La realizzazione di un depliant o una brochure è un tassello importante nella strategia di marketing e comunicazione aziendale, per tanti motivi. 

Vediamo i principali:

Presentazione di prodotti o servizi: un modo efficace e gradevole esteticamente per presentarli al pubblico. Attraverso immagini, descrizioni, recensioni e prezzi una brochure ben strutturata aiuta i potenziali clienti a comprendere meglio ciò che offri.

Distribuzione fisica e digitale: le brochure possono essere distribuite fisicamente in eventi, fiere o punti vendita, ma anche inviate per posta o distribuite online attraverso campagne di email marketing, link scaricabili ecc… Questa versatilità consente di raggiungere un’ampia gamma di clienti.

Multicanalità: i materiali stampati si integrano efficacemente con il marketing digitale, fornendo un’esperienza completa al pubblico.

Tangibilità: una brochure stampata offre una sensazione tangibile che il digitale non può fornire. 

Promozione: un depliant può aiutare a promuovere offerte speciali, sconti o promozioni, puntando anche su urgenza e scarsità.

Misurabilità: si lega al punto precedente, perchè stampando su un depliant QRcode, codici promozionali o URL personalizzati, si può valutare il ritorno sull’investimento e apportare modifiche in base ai risultati.

Credibilità e professionalità: una brochure ben progettata e di qualità contribuisce a migliorare la percezione del brand, comunicando professionalità, affidabilità e stabilità. 

Confronto e decisioni d’acquisto: i clienti possono utilizzare questi materiali per confrontare prodotti e/o servizi tra competitor.

Supporto alle vendite: brochure e depliant possono essere usate dai rappresentanti come supporto e strumento durante le riunioni con i clienti.

Branding e riconoscibilità: un design coerente, allineato all’identità visiva e riconoscibile all’interno di una brochure contribuisce a rafforzare il marchio e a renderlo più memorabile.

Accessibilità: il marketing digitale è sempre più importante, ma incontra ancora limitazioni, perchè ci sono persone che preferiscono avere informazioni fisiche da sfogliare. 

Archivio di riferimento: i materiali stampati possono essere conservati dai clienti come riferimento futuro.

 

Esempio di depliant a 2 ante per azienda che si occupa di giri turistici in elicottero: sfondo azzurro chiaro, è stato usato un mirino come elemento caratterizzante della grafica. Sono presenti le descrizioni di ogni pacchetto esperienza e foto degli elicotteri.

Esempio depliant a 2 ante con i servizi offerti per giri in elicottero

 

I passaggi per realizzare brochure e dépliant: definire gli obiettivi e il pubblico

Prima di iniziare a progettare una brochure (o un qualsiasi materiale cartaceo), bisogna prima pensare strategicamente e definire l’obiettivo da raggiungere. 

Promuovere un nuovo prodotto? 

Fornire istruzioni dettagliate? 

Raccontare la storia della tua azienda? 

Inoltre bisogna identificare il pubblico, adattando il messaggio e il design della brochure alle loro esigenze e preferenze, con un tono di voce appropriato per catturarne l’attenzione e coinvolgerlo.

Oltre a questo è importante stabilire come e dove verranno distribuiti questi materiali cartacei, più le considerazioni su fornitori, tecniche e supporti di stampa.

Questi passaggi preliminari sono necessari a strutturare il contenuto e il design in modo appropriato ed efficace.

 

Consigli per realizzare brochure e dépliant: la progettazione

Struttura chiara: la struttura della brochure deve essere chiara e intuitiva e guidare il lettore attraverso il contenuto. Un layout pulito e organizzato facilita la lettura e la copertina accattivante dovrebbe invogliare a prendere ed aprire la brochure.

Design attraente, coinvolgente e coerente: Il design è fondamentale per catturare l’attenzione, bisogna usare immagini di qualità e in linea con la brand identity. La grafica della brochure deve essere coerente con il marchio aziendale. Font, colori, logo e stili grafici per essere sempre riconoscibili.

Copywriting: il testo (il contenuto della brochure), deve essere professionale e in linea con il suo contenitore (la grafica) e agli obiettivi, al tono di voce e al pubblico di riferimento. Anche per il copy è necessario affidarsi a un professionista.

Testo chiaro e conciso, pertinente all’obiettivo, strutturato con una gerarchia visiva, composta da titoli evidenti, frasi brevi e paragrafi concisi. Usando caratteri leggibili e dimensioni del testo adatte.

Punti salienti, grassetti ed elenchi puntati: per evidenziare le informazioni importanti. Questo rende più semplice per il lettore trovare e comprendere i concetti chiave.

Call-to-action (CTA) chiara: per far compiere al lettore una determinata azione, come chiamare, visitare il sito web o effettuare un acquisto, bisogna includere una CTA chiara e coinvolgente. Anche in copertina sarebbe utile avere una CTA, proprio per invogliare a sfogliare la brochure

Formato: le brochure non devono necessariamente essere “standard”. SI possono usare forme uniche o piegature creative per attirare l’attenzione. Ma, attenzione, la forma scelta deve essere stampabile, funzionale e che non ostacolare la lettura o l’archiviazione.

Immagini di qualità: inutile dirlo… ma le fotografie devono essere in alta risoluzione (e bisogna avere i diritti per il loro uso), mentre elementi grafici e i loghi dovrebbero essere vettoriali.ù

Attenzione ai dettagli: punti elenco, infografiche, illustrazioni, numerazioni, grafici… non tralasciare nessun dettaglio.

Stampa di qualità: se prevedi di stampare le brochure, assicurati di affidarti a uno stampatore serio. Puoi rivolgerti alle tipografie online o all’azienda grafica vicino casa, l’importante è la qualità della stampa, perchè influenzerà l’impressione generale.

Test e feedback: prima di finalizzare la progettazione, fai testare la brochure a persone di fiducia per ottenere pareri e riscontri reali.

Versione digitale: considera anche la versione digitale della tua brochure, ad esempio in formato PDF o E-PUB, che può essere condivisa facilmente online tramite e-mail, siti web o social media.

Misura i risultati: dopo la distribuzione della brochure, monitora le metriche per valutare l’efficacia. Ad esempio, puoi seguire il numero di chiamate, visite al sito web o vendite generate dalla brochure.

 

Idee e trucchi per un design accattivante e facilmente fruibile

In conclusione vediamo una serie di idee grafiche per brochure, che puoi applicare per rendere il tuo impaginato davvero bello e memorabile:

  • Prova un formato alternativo, magari quadrato, orizzontale… staccandoti dal solito A4/A5 verticale
  • Struttura uno schema, un percorso di lettura in cui guidare l’utente.
  • Rappresenta graficamente i processi nella tua brochure pieghevole
  • Usa blocchi di contenuto per dividere in sezioni la tua brochure
  • Scegli una gamma di colori in linea con l’identità aziendale, ma se serve puoi anche aggiungere un tono che si adatti anche all’argomento della tua brochure pieghevole 
  • Usa una sfumatura di colore per creare un background accattivante e movimentato per la tua brochure, oppure delle fotografie in trasparenza. Attenzione alla leggibilità del testo sovrastante.
  • Usa la gerarchia visiva per i testi e inserisci una sezione principale su ogni pagina della brochure
  • Scegli una foto che copra il davanti e il retro della copertina, o un elemento grafico che scorra su entrambe
  • Usa elementi decorativi semplici
  • Prova a sovrapporre fondi pieni in trasparenza alle fotografie per creare un effetto vedo/non vedo
  • Per una brochure ad alto contrasto, alterna fondi chiari a fondi scuri, per esempio l’esterno tutto scuro mentre l’interno (dove andranno i testi maggiori) chiaro.
  • Se lavori con colori tono su tono, assicurati invece di evidenziare gli elementi chiave con un colore a contrasto.
  • Usa sempre immagini di alta qualità 
  • Non trascurare lo spazio bianco per dare “aria” al contenuto
  • Scegli font coerenti nel design della tua brochure pieghevole
  • Inserisci un CTA coinvolgente sulla copertina della tua brochure
  • Usa un’icona utile ad attirare l’attenzione alle sezioni della tua brochure
  • Il lettering: usa le parole anche dal punto di vista grafico
  • Scegli un tipo di stampa e lavorazioni che ne valorizzino la grafica, senza trascurare la plastica esterna sia come abbellimento che protezione

 

Brochure di un'azienda che offre giri turistici in elicottero: la prima slide presenta il logo bianco su sfondo azzurro, con un elicottero che sorvola la skyline in giallo di una città; le slide successive descrivono i servizi nel dettaglio, con grandi foto a tutta pagina alternate da descrizioni minimaliste su sfondo bianco, con testo nero e titoli oro.

esempio di brochure sfogliabile di 8 pagine in formato A5 orizzontale

 

Le immagini in questo articolo sono di lavori realizzati da me, li trovi nel mio portfolio.

Se vuoi realizzare la tua brochure, contattami o fissa la tua call conoscitiva gratuita da qui

 

 

Restiamo in contatto:

Header della mia newsletter mensile

SUBLetter è la mia newsletter

La invio ogni mese e la mia missione è portare nella tua casella di posta tanti spunti creativi, utili al tuo brand. Conterrà consigli per sviluppare e portare avanti la tua comunicazione visiva, tips grafiche, suggerimenti social, genialate creative (quelle belle). Troverai anche anticipazioni o riassunti dei contenuti social e del blog più  momenti di vita da freelance, soprattutto da mamma-freelance. Ti iscrivi?

MI ISCRIVO SUBITO



0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Greta Lorenzetto Amarillo Creative blog

Ciao sono Greta, visual designer e capitana di Amarillo Creative, il mio studio grafico online ormeggiato in Valle Camonica.

Categorie

Seguimi sui social

Potrebbero interessarti anche…