Come ottimizzare la grafica e il profilo Pinterest

Il logo di Pinterest, poggiato su un piccolo piedistallo e circondato da diverse icone e simboli che richiamano i concetti di pin, connessione, immagini.

Se sei un libero professionista o gestisci una piccola impresa, sicuramente utilizzi anche il web e i social per promuovere i tuoi servizi e attirare nuovi clienti.

Magari però stai sottovalutando un valido alleato nel mondo del marketing digitale: Pinterest. 

Ho creato questa breve guida basata sulla mia esperienza di visual designer, alla quale aggiungerò i suggerimenti di una Pinterest strategist expert, Chiara Celani, per scoprire come Pinterest può dare una grande spinta alla produzione dei tuoi contenuti.

Inizieremo con lo scoprire cos’è realmente Pinterest e le sue differenze rispetto agli altri social, per poi passare alla realizzazione dei Pin. 

Cos’è Pinterest?

Pinterest è un motore di ricerca anche visivo

Gli utenti, chiamati “pinner”, possono “pinnare” immagini e video (chiamati “pin”) su bacheche tematiche (“board”). Le bacheche possono essere pubbliche, private o di gruppo. 

Per pubblicare in modo ottimale su Pinterest devi prima conoscere alcuni aspetti fondamentali:

  • Pinterest non dà importanza al tuo feed ma ai contenuti inseriti in esso, quindi puoi ragionare un Pin per volta, senza pensare all’intero feed (come ad esempio su Instagram)
  • Non devi essere per forza verticale su un argomento (puoi trattare temi diversi, dividendoli in apposite bacheche) ma avendo ben chiaro quale scopo hai su Pinterest
  • I Pin vengono presentati nella home di Pinterest tutti insieme, raggruppati per pertinenza e in base ai tuoi interessi e ricerche.

Pinterest: un social network o una piattaforma?

Pinterest è vero e proprio motore di ricerca anche visivo che permette agli utenti di trovare idee e ispirazione per i loro progetti. Da motore di ricerca, qui il focus è sulla scoperta e la condivisione di immagini che ispirano e guidano le azioni. Immagini (Pin) che hanno un proprio link collegabile a contenuti esterni più approfonditi (blog, sito, altri social), ecco qui il vero boost per la tua comunicazione.

Quali sono le differenze chiave tra Pinterest e altri social?

La principale differenza tra Pinterest e altri social è il suo focus sulla ricerca visiva e sulla ricerca in base alla SEO anziché sulla comunicazione testuale (la comunicazione testuale c’è, ma si basa sulla SEO). 

In questo modo piccole aziende e liberi professionisti possono far emergere la loro creatività in modo visivamente coinvolgente e coerentemente alla propria identità di Brand.

Essendo un motore di ricerca visivo i Pin possono essere trovati da utenti che stanno cercando contenuti come i tuoi, anche se non ti seguono.

Quali sono gli aspetti chiave di Pinterest?

  • Motore di ricerca visivo: Pinterest si concentra sulle immagini
  • Intento di ricerca: Gli utenti di Pinterest sono in cerca di ispirazione e idee, mentre gli utenti di altri social network come Instagram sono più propensi a connettersi con amici e familiari.
  • Lunga durata: i pin di Pinterest possono avere una vita molto più lunga rispetto ai post di altri social network.
il feed PInterest comprende tanti pin diversi su argomenti che vengono selezionati per te in base al tuo interesse, Esempio di ricerca su Pinterest per la parola chiave "branding board ideas": nella schermata compaiono diversi esempi di moodboard di colori diversi, per ogni genere di brand.

il feed PInterest comprende tanti pin diversi su argomenti che vengono selezionati per te in base ai tuoi interessi

Le aziende locali possono avere successo su Pinterest? 

La risposta è sì! La visibilità su questa piattaforma può essere la chiave per attirare clienti locali interessati ai tuoi prodotti o servizi. Si tratta di un altro importante Touch-Point della comunicazione, in cui intercettare possibili clienti e condurli dove vuoi tu attraverso i Pin di Pinterest. Però puoi geolocalizzare la tua attività solo se fai ADV. Ad esempio questo non esclude il fatto che un agriturismo si possa promuovere su Pinterest usando altri modi che non siano la geolocalizzazione.

Vuoi migliorare il tuo profilo Pinterest? Segui le prossime indicazioni

Cosa serve per creare un account Pinterest?

Creare un account Pinterest è più facile di quanto pensi, ti serve solo un indirizzo email o un account Facebook o Google. 

 Si possono usare le immagini di Pinterest?

Nì, puoi utilizzare le immagini di Pinterest per il tuo business, ma è importante assicurarsi di avere il permesso del proprietario dell’immagine. E comunque devi avere i diritti anche se attingi da banche immagini a cui tu sei abbonato.

Se invece le usi per ispirazione e ricerca personale puoi crearti una bacheca privata.

Creazione di Pin per Pinterest. Esempio di pin di Pinterest: a sinistra l'immagine riporta la frase "Elementi di continuità - cosa sono?", su una grafica con i colori di Amarillo Creative Studio; a destra l'anteprima della didascalia del pin.

Pin e Board di Pinterest: cosa sono e come si usano?

  • Pin: i Pin sono le immagini o i video che vengono “pinnati” sulle bacheche. Da qualche mese Pinterest ha uniformato Pin e Pin idea, così in pratica a tutti i pin si può aggiungere un link e potrai crearli usando il formato che preferisci (9:16 rettangolare verticale come i reels Instagram, 4:5 verticale formato ritratto, 1:1 quadrato)
  • Board: le bacheche sono raccolte di Pin su un determinato argomento. Le bacheche sono il cuore di Pinterest. Impara a ottimizzare i loro contenuti per massimizzare l’impatto della tua presenza su questa piattaforma.

Quali sono i passi per ottimizzare Pin e Bacheche?

  • Scegli titoli e descrizioni per le tue bacheche chiari;
  • Aggiungi parole chiave a tutte le descrizioni.
  • Organizza i tuoi Pin in bacheche tematiche.
Schermata del mio profilo Pinterest: anteprima di tutti i pin pubblicati, in cui è indicato il titolo, la durata in secondi, il numero di visualizzazioni.

Schermata del mio profilo Pinterest: anteprima di tutti i pin pubblicati, in cui è indicato il titolo, la durata in secondi, il numero di visualizzazioni.

La  comunicazione visiva applicata a Pinterest

Essendo Pinterest un motore di ricerca anche visivo, l’aspetto visuale è fondamentale per creare Pin che si distinguono.

Tips visual per grafiche belle ed efficaci

Di seguito i miei consigli di Visual Designer per aiutarti a progettare Pin belli ed efficaci, anche in poche semplici mosse.

Come creare il pin perfetto: colori, font e grafica dei Pin

Per creare il Pin perfetto ricorda che apparirà in un feed pieno di altri contenuti, quindi riduci all’essenziale le informazioni e crea una grafica di impatto che catturi l’attenzione tra tanti altri e faccia emergere l’argomento del Pin.

  • Scegli fotografie di alta qualità e inerenti all’argomento da trattare.
  • Oppure opta per uno sfondo astratto, geometrico, sfumato, neutro ma sempre abbinato al tuo brand.
  • Usa colori a contrasto e un font leggibile (in linea con la tua brand identity).
  • Aggiungi un titolo chiaro e conciso che descriva il tuo Pin.

Come creare le grafiche per crescere su Pinterest

Usa Canva o un altro strumento di progettazione grafica per creare Pin efficaci e diretti al tuo pubblico (in questo articolo mi soffermerò su Canva).

Canva, il tuo alleato per realizzare grafiche efficaci per Pinterest

Con Canva, puoi creare pin professionali che ti aiuteranno a far crescere il tuo business su Pinterest. Si tratta di uno strumento di progettazione grafica online che ti permette di creare Pin di alta qualità, sia statici che animati, in modo facile e veloce, ha un piano a pagamento ma dispone anche di molte funzioni utili e pratiche anche nella versione gratuita.

Vuoi creare PIN ferma pubblico e migliorare le tue competenze grafiche?

Ho creato CANVASIGN, il percorso dal vivo di grafica applicata agli strumenti di Canva. La nuova edizione partirà nel mese di maggio 2024, per informazioni clicca qui

Canvasign corso di grafica e Canva

Crea grafiche semplici con foto e testo:

  • Individua l’argomento e componi uno schizzo per distribuire gli elementi testuali e visivi che comporranno la tua grafica, seguendo una gerarchia visiva, titolo più grande, sottotitolo o breve paragrafo e immagine di sfondo, alla base del Pin puoi inserire il tuo nome utente e/o la versione più semplificata del tuo logo.
  • Su Canva puoi scegliere tra una vasta gamma di modelli predefiniti per Pinterest, oppure puoi realizzare il tuo design da zero, ma sempre personalizzandolo con la tua identità visiva.
  • Carica le tue foto o scegli tra quelle disponibili nella libreria di Canva. Sono foto stock libere da diritti e puoi effettuare la ricerca attraverso parole chiave, poi perfezionando per colore, tema, formato ecc….
  • Aggiungi un breve testo alle tue immagini per renderle più informative e mostrare l’argomento del Pin a prima vista.
  • Personalizza se vuoi il tuo Pin con icone, illustrazioni e altri elementi grafici, ma senza esagerare e sempre coerentemente alla tua identità visiva.
  • Ricorda che vale sempre la regola del “LESS IS MORE”, meno è meglio. Vale a dire non riempire le tue grafiche con troppi elementi, non serve.
  • Esporta in formato immagine (jpg in buona qualità)

Dai vita ai tuoi Pin con le animazioni:

  • Canva offre una serie di animazioni predefinite che puoi applicare ai tuoi Pin.
  • Scegli tra animazioni di testo, movimenti, effetti di zoom, dissolvenze e tanto altro.
  • Crea animazioni sensate e senza abusarne, per rendere i Pin più dinamici, ma pur sempre fruibili.
  • Esporta in formato video.

Nota bene: per accedere a funzionalità avanzate come la rimozione dello sfondo, modifica di video e strumenti di intelligenza artificiale, puoi sottoscrivere un abbonamento a Canva Pro.

Consigli per creare Pin perfetti con Canva:

  • Usa immagini di alta qualità e pertinenti al tuo argomento.
  • Sfrutta la gerarchia visiva
  • Scegli colori e font che siano coerenti con il tuo brand.
  • Mantieni il testo breve e conciso.
  • Aggiungi una call to action che inviti gli utenti a cliccare sul tuo Pin.
  • Puoi variare tra immagini diverse come foto, illustrazioni e infografiche.
  • Riduci all’essenziale il messaggio e controlla bene la leggibilità dei testi.

Esempi di Pin che puoi realizzare con Canva:

  • Pin con una foto di un prodotto e il suo prezzo.
  • Pin con una citazione o un aforisma e un’immagine di sfondo.
  • Pin con un tutorial o una guida passo-a-passo.
  • Pin con un’infografica che presenta dati o statistiche.
  • Pin con un titolo gancio per rimandare a un contenuto più esteso ed approfondito su un tuo canale proprietario.
Schermata di ricerca della parola "brand board" su Pinterest, con una serie di parole chiave in tante piccole nuvolette colorate tra la barra di ricerca e i risultati, che riportano le parole "inspiration", "design", "template", "design visual identity", "inspiration color palettes", "logo", "ideas", "layout", "template free", "template illustrator". Il feed è coloratissimo e variegato.

Schermata di ricerca della parola “brand board” su Pinterest, con una serie di parole chiave in tante piccole nuvolette colorate tra la barra di ricerca e i risultati, che riportano le parole “inspiration”, “design”, “template”, “design visual identity”, “inspiration color palettes”, “logo”, “ideas”, “layout”, “template free”, “template illustrator”. Il feed è coloratissimo e variegato.

I consigli strategici per Pin che si fanno notare

Ora passiamo alla parte strategica con la check-list di Chiara Celani, Pinterest strategist expert

  1. Falli facili! 

Si può essere portati a pensare che più farciamo i Pin di informazioni, meglio è. In realtà non è così.

  1. Falli leggibili!

Pensa a Pinterest come a una strada piena di cartelli e insegne, con grafiche e testi diversi tra loro. L’alta leggibilità è l’altro cardine di un Pin fatto bene: fai in modo che si possano leggere in un feed pieno di altri Pin!

  1. Messaggio chiaro (il copy)

Entra nella testa di chi ti cerca i tuoi servizi. Rendi chiaro cosa offri, a chi ti rivolgi e che problema risolvi.

Pinterest ti restituisce un feed pieno zeppo di Pin. Quindi è importante dare chiarezza al messaggio attraverso il copy.

Come fare?

Inserisci il nome del tuo target (online coaches, bloggers, etc): si sentiranno chiamati;

Evidenzia il problema che il Pin risolve.

  1. Alta qualità delle immagini

La qualità di foto, video e grafiche deve essere di alta qualità, non sgranata. Se io vedo una cosa poco chiara, passo oltre. Puoi usare immagini tue oppure stock, l’importante è che siano libere da diritti o che tu abbia i diritti per usarle.

  1. Personalizza in modo “sottile”

Rendi i pin riconoscibile usando la tua color palette e il tuo logo ma fallo in modo accorto: piccolo, presente ma leggibile. Non vogliamo che la personalizzazione del Pin porti via l’attenzione dal messaggio, o che diventi troppo“pubblicitario”

  1. CTA

La CTA inserita sul Pin non è sempre necessaria. Tuttavia, va detto che evidenzia e rinforza l’azione da far intraprendere.

Come fare?

Inserisci una breve CTA all’interno di un bottone che la metta in evidenza.

Inserisci delle frecce per rinforzare cosa fare, fai capire che c’è altro se segui la freccia;

Se promuovi il tuo lead magnet, mostra un’anteprima. Le persone adorano le cose gratuite!

  1. Coerenza nel messaggio

Coerenza tra: immagine, testo overlay e descrizione. Ma anche coerenza con quanto uno trova cliccando sul link di destinazione.

Se parli di moda autunno, può venirti in mente di usare una zucca. Ma sarebbe sbagliato: Pinterest penserà che ti occupi di ricette, chi ti vede, sulle prime, pure e si genera una gran confusione.

  1. Testo leggibile

Uno degli errori più diffusi è quello di fare testo troppo piccolo e poco evidente, o usare font poco leggibili tipo gli script: ricorda che Pinterest è maggiormente usato da App.

Come fare:

Testo overlay di una grandezza fra i 45 in su. Opacizza l’immagine aggiungendo un fondo a colore piatto in trasparenza (la foto si deve vedere comunque: Pinterest è visivo). Per evidenziare il testo puoi anche aggiungere “elementi” come box e rettangoli per scrivere il testo. Evidenzia con colori diversi la parola che ritieni importante per il tuo cliente ideale.

Schermata da mobile di Pinterest: in alto a sinistra, un pin di una palette colori intitolata "Isle of pines"; alla sua destra, una foto di quaderni e penne su una scrivania e sotto il titolo "come scrivere bene"; in basso a sinistra, la foto di una persona in tuta da ginnastica in una stanza vuota, che si appresta a fare un movimento e un messaggio pop-up che dice in inglese: "can you do a really slow one? Ty"; infine, in basso a destra una grafica molto pop con degli stemmi circolari a punte fucsia e al centro la scritta "come aumentare i tuoi follower su Instagram grazie a Pinterest, mini corso facile"

Consiglio bonus

Usa Pinterest Analytics per monitorare le tue prestazioni e per capire cosa funziona e cosa no, meglio se letti incrociati con Google Analytics

Con un po’ di impegno e creatività, Pinterest può essere un ottimo strumento per far crescere il tuo business.

il feed PInterest comprende tanti pin diversi su argomenti che vengono selezionati per te in base al tuo interesse, Altro esempio di ricerca su Pinterest, in cui viene mostrato il pulsante "Salva" su alcuni pin, altri sono già pinnati

Per imparare ad usarlo e integrarlo nella tua strategia di comunicazione ti lascio il link al sito di Chiara Celani

Per creare Pin cattura attenzione e portare gli utenti ai tuoi contenuti, ho il servizio che fa per te: social media design

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Greta Lorenzetto Amarillo Creative blog

Ciao sono Greta, visual designer e capitana di Amarillo Creative, il mio studio grafico online ormeggiato in Valle Camonica.

Categorie

Seguimi sui social

Potrebbero interessarti anche…